pesto, il mio diario vocale su telegram

Pesto, un diario vocale su Telegram

Nel numero di ottobre di Basilico scrivevo:

A settembre ho preso un quaderno e ci ho scritto su un progetto, un podcast. Era da tanto che cercavo l’idea giusta e una domenica, parlando con mio marito, all’improvviso ho capito era proprio lì, sotto i miei occhi: ho scritto tutto e poi mi sono sentita più leggera, contenta. Però mi sono detta: lo farai solo quando sarai brava, quando avrai la strumentazione giusta e saprai montare e riuscirai a produrre qualcosa di professionale, di bello davvero. 

Leggi tutto...
cinque libri

Cinque libri: Chiara Reali

Chiara Reali è uno dei regali più belli che mi abbia mai fatto il web. La sua lista mi ha lasciata senza parole. 

di Chiara Reali

Il giorno in cui operano per la prima volta tua madre (tua mamma, la tua mamma) la accompagnate tutti in ospedale. La sala d’attesa si riempie e si svuota, ti sei portata un libro ma, anziché leggere, continui a guardare la statua della Madonna nell’angolo, cerchi di contare i rosari che regge tra le braccia.

Leggi tutto...
cinque libri

Cinque libri: Elena Giorgi

Rieccoci qua con Cinque libri, la rubrica per chi colleziona liste di consigli di lettura: ogni ospite sceglie un tema e ci suggerisce cinque titoli spiegandoci perché dovremmo proprio leggerli.

Stavolta tocca a Elena Giorgi, La lettrice geniale: la sua lista è dedicata alle famiglie a pezzi e ai figli sopravvissuti. Io sono davvero contenta di averla qui su questo blog.

Leggi tutto...
oroscopo rob brezsny

Caro Rob, ho fatto i compiti

Tutte le settimane leggo l’oroscopo di Brezsny su Internazionale (io sono del Cancro, ascendente Vergine): tutte le volte ci ritrovo qualcosa di vero, di mio. Non mi succede con nessun altro: mi piace pensare che quello di Rob sia una specie di superpotere.

Leggo sempre con attenzione anche i Compiti per tutti, una domanda che per qualche secondo ferma tutto e mi lascia lì a pensarci su.

Leggi tutto...
ferragosto 2019

Ferragosto di un anno fa

Nei festivi niente aggiornamenti nella stanza del primario, ma direttamente in reparto. Nei giorni precedenti ci hanno detto che manca poco, che ci siamo quasi, ma noi aspettiamo una frase precisa: “Domani Agata può uscire”.

Fino a quando non la sentiamo non ci crediamo davvero che possiamo portarti a casa.

Leggi tutto...