(Bozze che si autopubblicano contro la mia volontà mentre batto freneticamente le dita sulla tastiera del telefono una mattina qualunque sul tram numero 2)

Fino a qualche anno fa i post li scrivevo di notte fumando una sigaretta dietro l’altra. Potevo perdere tantissimo tempo anche solo cercando la colonna sonora giusta. Adesso non fumo più e soprattutto non ho più tempo.

Quando ho un momento libero e provo a scrivere, c’è l’editor di WordPress che sembra fissarmi, bianco e minacciosissimo.

Tutte le cose che mi vengono in mente andando a lavoro, tra un feed rss, il libro del momento e le notifiche dei social, improvvisamente spariscono. Forse perché mi sono abituata a pensare/leggere/ascoltare musica mentre sono in movimento e seduta tranquilla non mi riconosco più.

2 Commenti

  • El_Pinta 24 luglio 2013 Rispondi

    Hai descritto la mia malattia

  • Sil 10 dicembre 2013 Rispondi

    Saranno bozze, ma sono di un’esattezza lancinante!

Lascia un commento