#DimmiUnLibro

Ho chiesto su Instagram Stories consigli di lettura: mi aspetta un’estate in città e non voglio passarla tutta a rincretinirmi su Netflix. Visto che, come scrivevo nel post precedente, sto cercando di non scegliere sempre quelle solite letture già simili ai miei gusti, ho deciso di mettere insieme un po’ di suggerimenti chiedendo in giro un libro bellissimo: uno solo, qualsiasi cosa.

(Perché in questo periodo parlo solo di libri? 

  1. Vengo da mesi di letture lente e poco ispirate;
  2. ho voglia/bisogno di distrarmi e il libro giusto al momento giusto è un ottimo antistress;
  3. ho iniziato ad ascoltare solo podcast narrativi (e voglio scriverci su un post) e a un certo punto mi sono detta forse ti manca leggere un bel libro;
  4. uso un nuovo trucco: faccio pescare a mio marito un libro dalla colonna dei non letti della libreria: dopo tre libri finiti in dieci giorni, non mi voglio fermare più.)

Ho pensato di condividere qui la lista dei consigli di lettura: qualcuno l’ho già letto, di qualcuno riconosco solo il titolo, qualcuno era già nella lista desideri, qualcuno l’ho lasciato a metà (e magari stavolta lo riprendo) e qualcun altro non so se l’avrei mai considerato se non me l’avessero segnalato.

Altri suggerimenti?

#DimmiUnLibro, la lista (che continuerò ad aggiornare con tutti i vostri suggerimenti):

  • Felici i felici, Yasmina Reza, Adelphi
  • Le stelle cadranno tutte insieme, Iacopo Barison, Fandango
  • I Sillabari, Goffredo Parise, Adelphi
  • Democracy, Joan Didion, E/O
  • Le case del malcontento, Sacha Naspini, E/O
  • Limonov, Emmanuel Carrère, Adelphi
  • L’arte della gioia, Goliarda Sapienza, Einaudi
  • Jayber Crow, Wendell Berry, Lindau
  • Nemico, amico, amante, Alice Munro, Einaudi
  • Ristorante nostalgia, Anne Tyler, Guanda
  • Bakhita, Véronique Olmi, Piemme
  • Vita e destino, Vasilij Grossman, Adelphi
  • Panorama, Tommaso Pincio, NN
  • La vera storia del pirata Long John Silver, Björn Larsson, Iperborea
  • Gli Argonauti, Maggie Nelson, Il Saggiatore
  • 7, Tristan Garcia, NN
  • Città sola, Olivia Laing, Il Saggiatore
  • Run river, Joan Didion, Il Saggiatore
  • La sfolgorante luce di due stelle rosse, Davide Morosinotto, Mondadori
  • Memoria di ragazza, Annie Ernaux, L’Orma
  • Io sono, Ghemon, HarperCollins
  • Zucchero nero, Miguel Bonnefoy, 66thand2nd
  • Sai fischiare, Johanna?, Ulf Stark, Iperborea
  • Una vita come tante, Hanya Yanagihara, Sellerio
  • La verità, vi spiego, sull’amore, Enrica Tesio, Mondadori
  • Perché essere felice quando puoi essere normale?, Jeannette Winterson, Mondadori
  • Rumore bianco, Don DeLillo, Einaudi
  • Camere separate, Pier Vittorio Tondelli, Bompiani
  • Non sarò mai la brava moglie di nessuno, Nadia Busato, SEM
  • Divorare il cielo, Paolo Giordano, Einaudi
  • Pastorale americana, Philip Roth, Einaudi
  • Eleanor Oliphant sta benissimo, Gail Honeyman, Garzanti
  • Heather, più di tutto, Matthew Weiner, Einaudi
  • Parlarne tra amici, Sally Rooney, Einaudi
  • Bisogno di libertà, Björn Larsson, Iperborea
  • La breve favolosa vita di Oscar Wao, Junot Diaz, Mondadori
  • Che ne è stato di te, Buzz Aldrin?, Johan Harstad, Iperborea
  • Mary Swann, Carol Shields, Voland
  • Al mattino stringi forte i desideri, Natascha Lusenti, Garzanti
  • Le assaggiatrici, Rosella Postorino, Feltrinelli
  • I piccoli maestri, Luigi Meneghello, BUR
  • Il re bianco, Davide Toffolo, Bao Publishing
  • Non bisogna dare attenzioni alle bambine che urlano, Francesca Ruggiero ed Eleonora Antonioni, Eris Edizioni
  • Stelle o sparo, Nova, Bao Publishing
  • Cattive ragazze, Ancco, Canicola
  • La guerra di Catherine, Julia Billet e Claire Fauvel, Mondadori
  • Quasi signorina, Cristina Portolano, Topipittori
  • La mia famiglia e altri animali, Gerald Durrell, Adelphi
  • Tu l’hai detto, Connie Palmen, Iperborea

(Mille anni fa Dimmi un libro era il nome del gruppo di lettura dei miei sogni, uno di quei progetti megalomani che non ho poi mai più realizzato. Sospiro.)

(Foto Kristopher Roller via Unsplash)

Una canzone:

8 Commenti

  • Evelina 31 maggio 2018 Rispondi

    Le assaggiatrici di Rossella Postorino. Una storia pressocchè sconosciuta, una scrittura asciutta che ti fa entrare nel corpo di Rosa Sauer, ti fa avere paura con lei, mal di pancia con lei. Un libro che è partecipazione totale con la protagonista. Una delle cose più belle lette quest’anno.

    • valentina aversano 5 giugno 2018 Rispondi

      Sono curiosa di leggerlo, grazie Evelina!

  • chiara 31 maggio 2018 Rispondi

    I piccoli maestri di Luigi Meneghello, per la lingua, la poesia e l’ironia (lo sto leggendo per il gruppo di lettura virtuale!) ciaociao

    • valentina aversano 5 giugno 2018 Rispondi

      Ecco, un classico che mi manca, grazie! E bello il gruppo di lettura virtuale, vorrei saperne di più.:)

  • Lavinia 31 maggio 2018 Rispondi

    Hey! Non vedo fumetti, qui bisogna rimediare! ;)

    – Visto che sei appassionata di indie italiano, se non l’hai già letto BAO Publishing ha appena ripubblicato “Il re bianco” di Davide Toffolo (dei Tre Allegri Ragazzi Morti);
    – Sei anche una ragazza cresciuta negli anni ’90, quindi ti consiglio “Non bisogna dare attenzioni alle bambine che urlano” di Francesca Ruggiero ed Eleonora Antonioni (Eris Edizioni);
    – Se ti piace ZeroCalcare, dai un’occhiata all’opera di esordio di NOVA, “Stelle o sparo” (sempre BAO Publishing);
    – Sul tema della violenza sulle donne, un po’ peso, però bello: “Cattive ragazze” della coreana Ancco, pubblicato da Canicola;
    – Recentemente premiato dalla rivista Andersen, invece, “La guerra di Catherine” (Mondadori);
    – La pubertà, il corpo che cambia, vissuto in un contesto che conosciamo bene entrambe, ovvero la Campania (in particolare Napoli) nel memoir di Cristina Portolano “Quasi signorina” pubblicato da Topipittori.

    • valentina aversano 5 giugno 2018 Rispondi

      Brava Lavinia, io sui fumetti sono ignorantissima: mi ci voleva proprio questa lista, grazie!

  • Maria 2 giugno 2018 Rispondi

    La mia famiglia e altri animali, di Gerald Durrell. Ha trasformato un’estate ordinaria in un’estate di ironia e dolcezza. Ne ho un ricordo così bello che aspetto agosto per rileggerlo.

    • valentina aversano 5 giugno 2018 Rispondi

      Ce l’ho, ma devo ancora leggerlo. Lo recupero subito, grazie Mari!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.