Su di me
pesto, il mio diario vocale su telegram

Pesto, un diario vocale su Telegram

Nel numero di ottobre di Basilico scrivevo:

A settembre ho preso un quaderno e ci ho scritto su un progetto, un podcast. Era da tanto che cercavo l’idea giusta e una domenica, parlando con mio marito, all’improvviso ho capito era proprio lì, sotto i miei occhi: ho scritto tutto e poi mi sono sentita più leggera, contenta. Però mi sono detta: lo farai solo quando sarai brava, quando avrai la strumentazione giusta e saprai montare e riuscirai a produrre qualcosa di professionale, di bello davvero. 

Leggi tutto...
oroscopo rob brezsny

Caro Rob, ho fatto i compiti

Tutte le settimane leggo l’oroscopo di Brezsny su Internazionale (io sono del Cancro, ascendente Vergine): tutte le volte ci ritrovo qualcosa di vero, di mio. Non mi succede con nessun altro: mi piace pensare che quello di Rob sia una specie di superpotere.

Leggo sempre con attenzione anche i Compiti per tutti, una domanda che per qualche secondo ferma tutto e mi lascia lì a pensarci su.

Leggi tutto...
ferragosto 2019

Ferragosto di un anno fa

Nei festivi niente aggiornamenti nella stanza del primario, ma direttamente in reparto. Nei giorni precedenti ci hanno detto che manca poco, che ci siamo quasi, ma noi aspettiamo una frase precisa: “Domani Agata può uscire”.

Fino a quando non la sentiamo non ci crediamo davvero che possiamo portarti a casa.

Leggi tutto...
l'anno del sì

L’anno del sì

Questo per me è l’anno del sì: in questi mesi ho fatto cose che mai avrei immaginato, cose che prima allontanavo con tutte le forze.⁣

Tornare sul blog, organizzare un gruppo di lettura, presentare un libro, spedire una newsletter personale, tenere un diario pubblico, parlare, mettere la faccia sui social e condividere cosa leggo e cosa mi piace: per me sono tutte cose nuove e le vivo un po’ come tante piccole rivelazioni.⁣

Leggi tutto...
giornata mondiale prematurità

Diciassette novembre

Quando tutto finisce, quando sei a casa, quando ce l’hai tra le braccia per tutte le ore che vuoi, senza camici e senza gel disinfettanti, allora inizi a dimenticare.

La realtà della Terapia Intensiva Neonatale si attutisce, sfuma giorno dopo giorno. Resta in sottofondo da qualche parte nascosta tra i pensieri, ma non è più come prima. Non te ne accorgi subito, ma succede.

Leggi tutto...
Quando sei nata tu

Quando sei nata tu

Il 22 giugno pubblico questo post: racconto quanto ti abbiamo cercata e che stai finalmente arrivando. Non ho nessun pensiero, solo pile di libri da leggere sul divano aspettando il primo settembre, la data presunta del parto. Certo, qualche settimana prima mi hanno diagnosticato problemi di pressione alta, ma sto facendo una terapia, mi riposo, ho smesso in anticipo di lavorare, devo solo rilassarmi.

Leggi tutto...

Qualcosa di (veramente) personale

All’inizio c’è un test. No, non è vero, all’inizio c’è un momento in cui ci diciamo siamo pronti, dai, proviamoci. E ci proviamo. E ce ne sono tanti, di test, comprati in blocco su Amazon, in farmacie sempre diverse, portati in vacanza, fatti dopo notti insonni e dita incrociate e stavolta è quella giusta, me lo sento.

E passa un anno.

Leggi tutto...