mohammad-metri-421904-unsplash

Cose di libri e di Saloni

Quando vivevo a Torino la odiavo con tutto il cuore: perché non era Roma, perché in quell’agenzia pubblicitaria non ci volevo stare e perché mi sentivo sola, lontanissima. Adesso che ci torno quasi solo per il Salone del Libro mi sembra un posto diverso, dove non sono mai esistita e di cui ricordo poco, forse solo qualche strada. Soprattutto, adesso Torino mi piace.

Quest’anno sono stata al Lingotto solo due giorni e mezzo, pochissimo. Il mio settimo Salone con minimum fax e il nono in assoluto.

Leggi tutto...