Menu
Letture / Progetti creativi

Sette pensieri sulla creatività

Il banco di un mercatino: tazzine dal bordo dorato, tazzine a fantasie blu, piatti bianchi e decorati

A luglio sono stata una settimana in vacanza in un hotel che offriva il buffet sempre, dalla colazione alla cena. Dopo i primi giorni ho iniziato a capire che parte del menù era un riciclo creativo dei piatti principali: risotti che diventavano polpette oppure contorni che si trasformavano in tortini, frittate e altre invenzioni. Sono rimasta ammirata dalla fantasia della cucina che trovava sempre espedienti gustosi per applicare il giusto principio del non sprecare cibo (e ottimizzare i costi). Un po’ come facciamo anche a casa, ma portato a un livello superiore.

Questa idea mi è rimasta in qualche modo in testa (sul file di Google Keep con i ricordi delle vacanze ho proprio scritto La cucina di riciclo del buffet del mare, ehm). Il clic è scattato settimane dopo, in un periodo in cui ragionavo su come riprendere ad aggiornare il blog con più costanza, ma avendo poco tempo per scrivere: invece di partire sempre da zero, perché non usare anche i vari blocchi che compongono Basilico?

Una delle cose che mi piace di più dell’immaginare contenuti, per me e per altre persone, è la possibilità di spacchettare un’idea in tanti strati. Per ogni strato si possono trovare varie combinazioni che non sono l’eterno ritorno dell’uguale, ma spunti diversi, nuovi.

Il buffet delle vacanze mi ha fatto venire voglia di fare un esperimento con la newsletter: cosa succede se prendo alcuni pezzi e li metto in fila rimescolati? Mi sono detta che Basilico così com’è esce da tre anni, quindi il materiale non manca.

Ho pensato di iniziare dalle citazioni che aprono ogni numero: sono andata a ripescarle una per una e quando le ho ricopiate su un documento di Google Drive ho scoperto che la maggior parte ha dei temi ricorrenti. Ogni tanto voglio provare a farli venire fuori e a rendere visibili quei fili che tengono insieme libri che ho amato molto.

Immagina queste citazioni come segni su una mappa o come panchine su cui sedersi per respirare un po’. Prendi quello che ti ispira e fatti portare dove non sai ancora.

E poi chiediti: posso guardare in modo diverso anche i miei contenuti e i miei progetti? Quali? Come? Prova a fare questo esercizio creativo e poi raccontami come è andata.

Sette pensieri sulla creatività

Tutto quello che ci circonda tutto quello che facciamo tutto quello che siamo è composto da pezzi più piccoli. Ma per quanto infinitamente piccoli o invisibili non sono mai inutili.

Stelle o sparo, Nova

«Ti inventi sempre delle cose da fare», disse Osvaldo. «Potresti restartene qui tranquilla, tutto il pomeriggio. Il tempo è cattivo. Non fa freddo, ma tira vento».
«Se sto ferma qui il pomeriggio, mi vengono idee tristi», disse Ada.

Caro Michele, Natalia Ginzburg

For creativity, you need your mind wander. Daydream as if your life depends on it. Save your brain space for things that are important: your ideas, your daydreams, your experiments, your brainstormings, your exploration, your research.

The Wander Society, Keri Smith

Il giudizio è il veleno che uccide la creatività. È un diserbante, un acido, una tossina. Avere una parola cattiva per tutti (gli altri) e tutto è il malcostume contemporaneo che, in cambio di una risata facile e di un senso di superiorità volatile, ci sottrae idee, soluzioni e un futuro migliore.

Libera il futuro. Quindici lezioni sul digitale per migliorare il nostro mondo, Mafe de Baggis

Show up. Do your best. Learn from it.

The Practice. Shipping Creative Work, Seth Godin

L’impulso a tenere per sé ciò che si è imparato non è solo vergognoso, ma anche distruttivo. Tutto ciò che non si concede generosamente e in abbondanza è sprecato. Apri la cassaforte e troverai cenere.

Una vita a scrivere, Annie Dillard – traduzione di Guia Cortassa

Ci sono sempre cose nuove, questo è sicuro.

Just Kids, Patti Smith – traduzione di Alessandro Mari

(Immagine: Jasmin SchreiberUnsplash)

0 Commenti

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.