Menu

Chi sono

Ciao, sono Valentina Aversano e questo è il mio blog: ti racconto un po’ di me, dei libri che leggo e dei tesori che scopro in giro.

Dal 2012 curo la comunicazione web di una casa editrice indipendente, minimum fax: mi occupo di strategie e contenuti per i social, sito e newsletter. Poi chiacchiero con i lettori e racconto autori, presentazioni, fiere e festival.

Vivo a Roma da quando ho lasciato Benevento per andare a studiare Scienze della comunicazione all’università. Qui ho seguito anche corsi di editoria e di teatro e in un ristorante di Campo de’ Fiori ho imparato a servire tavolate di tedeschi senza far mai rovesciare i piatti. Poi, dopo aver vinto un premio a un concorso per creativi, ho passato un anno a Torino a lavorare in un’agenzia pubblicitaria. Da un po’ sono diventata cittadina romana a tutti gli effetti, ma, se chiudo gli occhi, in un prossimo futuro mi vedo in una campagna sperduta a ristrutturare un casolare insieme a mio marito Andrea.

Dal 26 giugno 2018 sono la mamma di Agata. Ho raccontato la sua storia, così quando sarà grande potrà leggerla.

Cose che faccio

#3FattiDiOggi è il mio diario quotidiano: ogni giorno condivido su Instagram e Twitter tre cose che voglio ricordare. Ho iniziato a settembre 2018 e, fatto dopo fatto, ho scoperto anche le storie di chi ha deciso di raccontarsi insieme a me. 

Una volta a settimana esce Pesto, un diario vocale su Telegram: condivido quello che penso e che vivo e dedico ogni puntata a progetti e persone che mi colpiscono. Se ti va, puoi ascoltarmi qui.

La prima domenica del mese spedisco Basilico, una newsletter che racconta una cosa che ho scoperto, una cosa che ho imparato e una cosa che mi ha fatto cambiare idea. Ci si iscrive qui.

A marzo 2019 ho fatto partire un gruppo di lettura a Roma insieme a Carola Moscatelli: si chiama Strategie Prenestine. Ci riuniamo una volta al mese e ci fa sempre piacere accogliere nuove persone.

Quella volta che sono finita sul Venerdì di Repubblica

Conosciamoci meglio

Mi trovi anche su Twitter, Instagram, Tumblr e Facebook. Se ti va, scrivimi una mail.